La mia prima volta agli Harry Potter Studios a Londra


Avevo 8 anni quando mia zia prese me, mia sorella e i miei cugini e ci portò al cinema a vedere Harry Potter e la Pietra Filosofale. Ne rimasi incantata, estasiata. Avevo 8 anni quando mi innamorai di questa magica saga immensa. Ogni anno aspettavo con ansia l'uscita del nuovo film per vivere le avventure insieme a Harry, Ron e Hermione. Ogni anno piangevo, per chi si lasciava indietro e perché non avrei mai voluto lasciare andare i personaggi. Non vi dico che fiume di lacrime ho versato alla fine di tutto.

Era il 24 gennaio 2019 quando il mio sogno di visitare i Warner Bros Stodios - The Making of Harry Potter diventa realtà e divento la persona più felice del mondo.


La mia prima volta agli Harry Potter Studios

Già solo la vita del pullman personalizzato mi fa salire l'adrenalina. Mi metto in coda con mia mamma e le mie due sorelle, quattro italiane sfegatate che non stanno nella pelle. Saliamo sul pullman, sono sempre più vicini. Il cuore batte, l'emozione sale: eccoli qua! Ancora non mi sembra vero.

Dopo un servizio fotografico solo all'entrata, mentre aspettavamo il nostro orario, finalmente siamo all'ingresso. La colonna sonora di Harry Potter esce dalle casse ed è subito magia. Inizio a piangere, come una bambina. Non riuscivo più a contenere l'emozione. Facciamo vedere i biglietti e lasciamo zaini e giubbotti al guardaroba. Siamo pronte per partire.


Il corridoio che porta agli studi è la Mappa del Malandrino. Qua e là ci sono le citazioni dei libri, una più bella dell'altra. Dopo la camminata, si arriva alla hall, dove troverete lo store, bar e ristorante, e da dove inizia la fila per entrare dentro gli studi. Noi, ovviamente, ignoriamo tutto per dirigersi subito in fila. Dopo un po' di attesa, siamo dentro.


La prima parte è mozzafiato. Un'addetta vi accoglie, vi parla degli Studios, dei film, del mondo di Harry Potter. Il tutto in una stanza con vari schermi che proiettano i poster degli 8 film in tutte le lingue del mondo. Dopo la presentazione dell'addetta, sarete accolti in un cinema, dove vi verrà mostrato un video introduttivo agli studios. Oltre alle parole degli attori, verranno mostrate scene dietro le quinte, video delle premiere dei film. Le lacrime sono assicurate, preparate i fazzoletti.


Dopo essere passati accanto al sottoscala dove Harry visse fino ai 12 anni, eccoci pronti per entrare nella Great Hall. Quando ci sono stata io era ancora addobbata per Natale, ed è stato magico, mozzafiato. Alberi di Natale in ogni angolo, le tavolate delle case apparecchiate. In fondo, tre alberi ricoperti di neve con gli addobbi del Ballo del Ceppo. Vi giuro, non trovavo le parole.


Peccato che non si possa sostare tanto nei primi luoghi: fanno entrare a gruppi e noi dovevamo muoverci a proseguire, per permettere al gruppo successivo di entrare. Nella sala successiva iniziano a essere esposti alcuni mobili di scena: dalla cascata colorata del bagno dei prefetti, ai letti dei dormitori. Qua e là si incontrano anche gli abiti di scena, come quelli indossati dai tre protagonisti in Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban.


Si passa poi all'ufficio di Silente, alla zona del Quidditch, con le divise delle case e tutti vari attrezzi. Tutto. C'era tutto. Sembra davvero di entrare dentro i film. Il pensatoio, il pendolo gigante dell'entrata, lo specchio dell'Ebram, la statua dell'Ufficio di Silente, il grammofono del Ballo del Ceppo, l'entrata della Camera dei Segreti, le scale a cui piace cambiare. Tutto. Due ore buone sono state passate in questa enorme sala in cui venivano esposti gli oggetti di scena.


La zona successiva è di recente costruzione: si tratta della Foresta Proibita. Prima di immergersi, si passa per la capanna di Hagrid. Tutto è in formato gigante: la poltrona, le sedie, la tavola. Bellissimo. E non dimenticatevi di salutare Fierobecco! Un bell'inchino profondo, peccato non potergli dare un buffetto. Entrando nella foresta incontrerete un vecchio amico, il caro Aragog, il ragno gigante di Hagrid. Se siete aracnofobici come me, fatevi coraggio: io non l'avevo visto e mi sono presa un colpo, ma è stato bello passarci. Si passa poi alla zona dedicata al "male". Voldemort e i suoi seguaci fanno da padroni. In questa sala, molto tetra e spettrale, sono esposti gli abiti e gli oggetti dei nemici pericolosi. 


Proseguendo il tour, si arriva alla stazione e al binario 9 e 3/4. Uno spazio enorme, con tantissimi carrelli che passano attraverso il muro e il mitico, inimitabile Hogwarts Express. Sì, ci si può andare dentro! Peccato però non poter prendere posto nelle cabine. Successivamente si arriva alla zona ristoro. Qui è possibile assaggiare la famosa Burrobirra. Noi eravamo così curiose! Peccato non averci pensato e aver lasciato i portafogli negli zaini. Non fate il nostro stesso errore! Portatevi dietro sempre qualcosa. Nella parte esterna ci sono altri luoghi da visitare: casa Dursley, il Nottetempo, il ponte di legno di Hogwarts e la moto di Hagrid.


Dopo un'oretta buona al freddo a fare le foto, proseguiamo il percorso. La prossima sala è più tecnica. Vengono mostrati i robot utilizzati per raffigurare alcuni personaggi, come Dobby, Voldemort in formato feto che compare nell'ultimo film, persino il testone di Hagrid! È stata molto interessante questa parte, mostra quanto sono avanzate le tecnologie tra il primo film e l'ultimo! Si arriva poi alla mitica Diagon Alley, una via caratteristica dove riconoscerete tutti i negozi più famosi: dalla Gringott alla bottega delle Bacchette di Ollivander e il mitico negozio di scherzi di Fred e George.


Ma la parte più emozionante arriva alla fine del percorso. Sappiate che il cuore inizierà a battere all'impazzata, le emozioni diventeranno così tante che non riuscirete a fermare le lacrime. Così è successo a me quando ho girato l'angolo e mi sono trovata Hogwarts. Il plastico che raffigura la scuola è posizionato al centro e tu  lo puoi ammirare prima dall'altro e, mano a mano che ci giri attorno, arrivi alla base. Mi sono lasciata andare e sono rimasta a fissarlo, incantata, nella sua magnificenza.


Come fa un mondo di fantasia a emozionare così tanto? Harry Potter è diventato parte di milioni di persone e continua a farlo generazione dopo generazione. Poter vedere questo modo da così vicino è stata una cosa incredibile, unica, emozionante. Ancora quando ci penso mi commuovo.

È stata un'emozione indescrivibile. Per chi è amante del maghetto questo è un luogo da non perdere. Oltre alle esposizioni e agli oggetti di scena, è anche molto interattivo! Ci sono vari giochi che si possono fare all'interno, come richiamare la scopa con l'incantesimo "up", volare sul cielo di Londra a cavallo della scopa, fare la foto "Wanted" con la divisa scolastica! È stato un vero spasso! Vorrei già tornarci e spero di poterlo fare presto.


Come visitare gli Harry Potter Studios

Per prenotare la visita, consiglio sempre di andare sul sito ufficiale. Potrete scegliere la data e l'orario nel quale organizzare il vostro tour. Il tour dentro gli Studios va dalle 3/4 ore, dipende per quanto tempo vi perdete nelle sale. Noi siamo entrate alle 15 e alle 19 eravamo fuori.

Il prezzo per l'adulto (dai 16 anni) è di £47 mentre i bambini (dai 5 ai 15 anni) pagano £38. Esiste anche il biglietto famiglia che viene £150 e consiste in 2 adulti + 2 bambini oppure 1 adulto e 3 bambini. Da 0 a 4 anni l'ingresso è gratuito.

Esistono diversi pacchetti che si possono fare:
  • Pacchetto completo per adulti a £56,95 e comprende: ingresso, guida digitale e guida ricordo con copertina flessibile
  • Pacchetto completo bambini a £47,95 e comprende: ingresso, guida digita e guida ricordo con copertina flessibile
Acquistando i biglietti online, arriveranno comodamente a casa vostra. Ve lo garantisco, sarà un'emozione anche l'arrivo della busta. Come se aveste ricevuto la vostra lettera di iscrizione a Hogwarts!



Come raggiungere gli Harry Potter Studios

Gli Studios si trovano fuori Londra, precisamente a Watford Junction, ed è facilmente raggiungibile in treno. Da London Eauston raggiungerete Watford Junction in soli 20 minuti. Potete utilizzare anche la Oyster Card per il biglietto.

Dalla stazione di Watford Junction è disponibile la navetta ufficiale che in 15 minuti vi porta agli Studios. La fermata è proprio fuori dalla stazione e non potrete non riconoscere l'autobus, avendo immagini di Harry Potter in ogni lato. Gli autobus passano ogni 20 minuti e il prezzo di andata e ritorno è di £3. Attenzione! Accettano solo contante, quindi preparateli in anticipo. Inoltre, è necessario mostrare la conferma di prenotazione del tour. Anche i biglietti vanno bene.



Ti è piaciuto questo post? Condividilo su Pinterest!

 


2 Comments

  1. Post interessantissimo (non che ne abbia trovati di noiosi da quando ho scoperto il tuo blog in realtà ❤). Quasi mi sono emozionata semplicemente leggendo: è la sintesi perfetta dell'anima di viaggiatrice e lettrice insieme...
    Un quattro ore immerse nel mondo di Harry Potter? Bellissimo! Secondo me quando esci da lì ti senti comunque un po' nostalgica... io ho visto la mostra che avevano organizzato a settembre l'anno scorso a Milano. Sembrava di essere nel film... certo, gli Studios saranno tutta un'altra cosa ma mi ero accontentata insomma XD
    I biglietti- lettera li voglio anche io *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo! ❤
      Sono uscita ma in realtà non me ne volevo andare, è stata un'esperienza davvero bellissima! Anche io sono andata alla mostra che hanno fatto a Milano! Sono due cose diverse, ma anche quella è stata bella! Ti auguro di poter andare presto agli Studios :D

      Elimina

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.