I segreti della Città dell'Arte e della Scienza di Valencia



La Città delle Arti e delle Scienze di Valencia è stata realizzata dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava verso la fine del 1900 e l'inizio degli anni 2000. Ma lo sapete che nella costruzione di questa grande città ha nascosto tanti segreti? Io ve li racconto così potrete andare a cercarli durante la vostra visita a Valencia.

I segreti della Città dell'Arte e della Scienza


  • Segreto #1:L'arco dei bisbigli
Alla sinistra dell'entrata del Museo delle Scienze Principe Felipe noterete un enorme arco. Sistemandovi uno al lato opposto, con la faccia rivolta al muro, potrete parlare tra di voi senza urlare e vi sentirete benissimo!


  • Segreto #2: Il pipistrello
L'Hemisferic è stato rappresentato come un occhio umano, ma alla sua entrata potrete notare un animaletto: la struttura infatti assomiglia a un pipistrello! La si nota ancora meglio durante il Natale, quando viene illuminato.


  • Segreto #3: Il teatro pesce
Guardando il Palau de les Arts Reina Sofia, non vi ricorda un pesciolone? Proprio così, la sua forma di un pesce in cui la parte alta è la pinna dorsale e il balcone di fronte è la bocca!


  • Secreto #4: La magia dei riflessi
La città della Scienza è circondata da stupende piscine bianche di un colore cristallino, tra il bianco e il turchese. Calatrava ha voluto giocare molto sui riflessi, realizzando opere incredibili.

Posizionandovi tra la terrazza dell'Umbracle e il Pont de Montolivet guardate verso la città: in quella posizione, l'Hemisferic, il Museo e il pilone del Pont l'Assut de l'Or, insieme al loro riflesso nelle piscine, rappresentano lo scheletro di un pesce!



Riscendendo sotto il Pont de Montolivet invece potrete notare un altro riflesso interessante. Il Palau de les Arts riflesso nella piscina diventa un altro pesce, uno molto più grande e pericoloso: uno squalo! Ma girandovi a destra, l'immagine diventa ancora più grande, infatti sembra che lo squalo stia aspettando che il pesciolino formato da Hemisferic, Museo e Ponte entri nella sua bocca.



Interessanti questi giochetti?
Fatemi sapere se avete riconosciuto tutto attraverso le foto. 

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.