Alicante: cosa vedere in un giorno


Alicante è una cittadina nella Comunità autonoma valenciana, famosa per il turismo nelle sue bellissime spiagge e per la produzione del torrone. Ho avuto l'occasione di visitarla e, anche se è stata una vacanza un po' sfortunata, devo dire che come città mi è piaciuta molto!


Come raggiungere Alicante

Alicante ha rinnovato il suo aeroporto aprendo le linee di Ryanair con Milano, Bergamo, Roma e Bologna. Non volano tutti i giorni, ma due volte a settimana, permettendo un breve soggiorno nella città e consentendo qualche gita nei dintorni.

Per raggiungere il centro città potete prendere la Linea C6 dell'autobus che in poco tempo e con pochi euro, vi porta direttamente al centro città. Oppure potrete usufruire del servizio Taxi o noleggiare un'auto.

In alternativa, Alicante è ben collegata via treno con Valencia e Madrid, raggiungibili in due orette. Consiglio di prenotare il vostro treno tramite il sito omio.it




Cosa vedere ad Alicante

Il Castello di Santa Barbara


Domina la città sul monte Benalcantin alto 166 metri ed è una delle fortezze medievali più grandi di Spagna. Luogo da visitare, non solo per la sua storia, ma anche per la meravigliosa vista che offre sulla spiaggia e sulla città.

Il forte è diviso in tre parti ben distinte:

  • La Torreta: è il livello più alto nel quale si trovano i reperti più antichi del forte risalenti al XIV secolo
  • Il Livello Intermedio: qui si trovano sale e luoghi del XVI secolo, come il Salone Felipe II, il Corpo di Guardia, il Baluardo della Regina e il Patio dell'esercito
  • Il Livello Inferiore: costruito nel XVIII secolo, oggi viene usato come parcheggio

Dopo un periodo di abbandono, il castello fu restaurato e aperto al pubblico nel 1963, diventando oggi una delle mete principali dei turisti nella città di Alicante. 

Quando: tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00
Quanto: accesso gratuito

La Basilica di Santa Maria


Si trova nella città vecchia ed è la chiesa più antica di Alicante. Realizzata secondo lo stile barocco valenciano, è riconoscibile per le due torri asimmetriche e il portone barocco in cui troneggia una statua della Vergine Maria.

Fu costruita nel XIV secolo sui resti di una antica moschea del periodo musulmano. Fu parzialmente distrutta durante un incendio nel XI secolo e prontamente ricostruita. Le due torri asimmetriche, che tanto la caratterizzano sono due aggiunge del XVII secolo.

Al suo interno è custodito un altare in stile rococò del XVII secolo, le Cappelle del Battesimo, dell'Immacolata e della Comunione, e la Sala Capitolare con una fonte battesimale realizzata in marmo di Carrara.

Dove: Plaza Santa Maria
Quando: tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 18.00 alle 19.30
Quanto: ingresso gratuito


Cattedrale di San Nicola di Bari

La chiesa, in stile manierisco herreriano, fu costruita intorno al XVII secolo, anch'essa realizzata sui resti di una antica moschea. Dall'esterno sembra nulla di speciale, ma merita la vista all'interno.

Dove: Plaza del Abad Penalva
Quando: dal martedì al venerdì dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.00 | sabato e domenica dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 17.30 alle 20.30
Quanto: ingresso gratuito




Explanada de España


Il lungo viale nel centro di Alicante, realizzato con sei milioni di tessere di marmo secondo un motivo ondulato dai colori bianco, rosso e nero, per simulare le onde del mare. Ai lati ci sono quattro file di palme rendendo il viale uno dei più belli della città.

La via è considerata Las Ramblas di Alicante, nella quale si incontrano numerosi edifici storici, ristoranti, bar e negozi di souvenir. Durante tutto l'arco della giornata potrete anche incontrare artisti di strada che con la loro musica creano una atmosfera di vera festa.


La via dei Funghi


Una cosa particolare ad Alicante la incontrerete in Calle San Francisco. Nella via sono state installate delle statue a forma di fungo che sembra quasi di entrare nel mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie.


La spiaggia di Alicante


La spiaggia di Aliante, nonostante io l'abbia visitata fuori stagione, è molto pulita e davvero affascinante. Si estende ai piedi del monte Benalcantin, ai piedi della fortezza di Santa Barbara, e la si raggiunge alla fine della Explanada d'España.

La spiaggia è lunga 3km e ricca di sabbia finissima. D'estate si riempie di turisti con i loro ombrelloni e vengono creati campi di calcio, tennis e pallavolo. Sul lungo mare ci sono tantissimi ristoranti, bar e negozi di artigianato. Io ci sono stata a maggio, ma mi ha dato l'impressione che fosse già estate!


Cosa fare nei dintorni di Alicante

Per chi passa più di una giornata ad Alicante, consiglio di fare due gite di un giorno:
  • Isla de Tabarca, isoletta dalle spiagge cristalline, ideale per una giornata di mare
  • Elche, una cittadina a mezz'ora da Alicante, raggiungibile col treno, famosa per avere il Palmeto più grande d'Europa

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.