Cosa vedere a Verona, la seconda volta

by - ottobre 13, 2019


Con l'occasione di andare ad ammirare uno spettacolo all'Arena di Verona, siamo tornati nella città dell'amore. Questa volta abbiamo aggiunto al nostro tour i luoghi che non avevamo considerato nella prima visita di questa meravigliosa città.




1. Santuaro Madonna di Lourdes


Il nostro giro è partito dal Santuario che si trova sul Colle Belvedere, il quale sovrasta la città e offre un panorama sulla città davvero meraviglioso.

Il Santuario è dedicato, come da nome, alla Madonna di Lourdes, apparsa a Bernardette Subirous nel 1858 nella grotta di Massabielle, in Francia. L'edificio è stato costruito a partire dal 1908, ma fu distrutto durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Il Santuario sorge sopra l'antico Forte San Leonardo.

Nel giardino accanto è possibile ammirare la statua che ritrae la Madonna di Lourdes e la statua che raffigura Bernardette, la ragazza alla quale è apparsa la Madonna.

Indirizzo: Viale dei Colli, 27
Come arrivare: il santuario è raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici


2. Palazzo e Giardini Giusti


Prima di raggiungere la città abbiamo fatto tappa ai Giardini Giusti, l'unico giardino cinquecentesco presente a Verona. La sua costruzione inizia quando la famiglia Giusti si trasferisce a Verona nel 1400 stabilendosi in questa zona per produrre la lana. Nel Cinquecento, il conte Agostino risistemò il giardino seguendo lo stile dei Giardini Boboli di Firenze, fino a farlo diventare un'oasi ricca di fiori, statue greche e romani, labirinti e viali di cipressi.

Indirizzo: Via Giardini Giusti
Orari: aperto tutto l'anno dalle 9.00 alle 19.00
Biglietti: intero 10€ | Gruppi (min 15 pax) 7€ | Studenti 5€ | bambini fino a 10 anni gratis


3. Piazza Bra e Arena di Verona


Impossibile non passare per piazza Bra quando si arriva a Verona. Avendo già visitato l'Arena la volta precedente (e avendo lo spettacolo la sera, quindi saremmo comunque entrati), siamo passati oltre per iniziare il nostro tour nel centro città.


4. Porta Leoni

Si trova sul cardo massimo della città romana e risale al I secolo a.C. Alta 13m, deve il suo nome alla vicinanza di un sarcofago romano con due leoni, che si trovava nelle vicinanze. 
Sotto la piazza sono stati rinvenuti altri resti del monumento che equivalgono alle antiche mura della città e frammenti della corte interna, oltre ai basamenti delle due torri.

Indirizzo: Via Leoni, 1


5. Piazza delle Erbe


La piazza ricalca l'antico Foro Romano e per secoli è stato il centro della vita politica ed economica della città. Nella piazza si possono ammirare la Berlina o capitello, un baldacchino in marmo risalente ai XII secolo, la Fondata di Madonna Verona, rappresentata in una statua costruita nel I secolo d.C., e la colonna di San Marco, una colonna in marmo bianco del 1500 su cui sorge un leone, simbolo della Repubblica di Venezia


6. Torre dei Lamberti e Palazzo della Ragione




Una delle torri arrivata fino a noi del Palazzo della Ragione. La torre è stata eretta dalla famiglia Lamberti nel 1172; a metà del 1400 sono stati fatti i primi lavori di ristrutturazione che la innalzarono fino agli attuali 84 metri. L'orologio, invece, è stato aggiunto nel 1700.
La torre è famosa anche per il suo panorama sulla città. La cima è raggiungibile tramite scale o ascensore.



Il Palazzo della Ragione è stato per tanti anni il simbolo del potere cittadino. Originariamente, gli angoli del palazzo erano sormontati da torri, di cui oggi rimangono solo quelle che danno sulla piazza delle Erbe, tra cui la Torre di Lamberti. Merita una visita il cortile quadrato situato all'interno, da cui potrete ammirare la Scala della Ragione, una scalinata in marmo rosa che conduce la porta del piano nobile, oggi accesso della Galleria d'Arte Moderna.

Indirizzo: Via della Costa, 2
Orari: da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 18.00 | sabato e domenica 11.00 - 19.00 (chiusura biglietteria 45 minuti prima)
Biglietti: 5€ | biglietto unico Torre + Galleria D'arte Moderna Achille Forti 8€


7. Piazza dei Signori e Arche Scaligere

La piazza viene anche chiamata Piazza Dante per la statua raffigurante il poeta fiorentino eretta nel 1865 in occasione del sesto centenario della sua nascita. Si arriva a questa piazzetta attraversando l'Arco della Costa che deve il suo nome alla costola di balena appesa all'arcata. La leggenda vuole che sia una costola perduta dal diavolo, ma in realtà nel Medioevo era utilizzata come insegna di un negozio di spezie. Una seconda leggenda dice che quando una persona pura di cuore attraverserà l'arco, essa cadrà.

Proseguendo la passeggiata, attraversando la Piazza dei Signori, si arriverà alle Arche Scaligere. Si tratta di un cimitero privato che ospita le spoglie dei signori di Venezia. Pensate che la prima arcata è stata posizionata nel 1200. Le arche si trovano all'interno della Chiesa di Santa Maria Antica, circondate da un cancello di ferro battuto ricco di decorazioni.

Indirizzo: Via Santa Maria Antica, 1
Orari: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
Biglietto: 1€


8. Basilica di Santa Anastasia



Poco distante dalle Arche Scaligere ci siamo imbattuti nella basilica di Santa Anastasia. Fu costruita nel 1290 seguendo lo stile gotico italiano con il sostegno della famiglia Scaligeri. Si tratta della chiesa più grande di Verona, costruita su tre arcate sorrette da colonne in marmo rosa. Non potrete rimanere affascinati dal soffitto: i motivi floreali tardogotici decorano le volte della chiesa, facendola sembrare un ricamo. L'attrazione principale della chiesa sono i due gobbi, situati subito all'entrata, i quali sostengono le acquesantiere.

Indirizzo: Piazza Santa Anastasia
Orari: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 13.30 alle 17.00
Biglietto: intero 3€ | ridotto 2€


9. Duomo Cattedrale di Santa Maria Matricolare

La Cattedrale fu consacrata da Papa Urbano III nel 1187 e fu dedicata a Santa Maria Assunta. Sorge sopra i resti di una basilica paleocristiana e, nel corso del tempo, subì tantissimi interventi che la portarono a diventare la chiesa più preziosa di Verona. Non abbiamo avuto l'occasione di fare un giro nell'interno perché siamo arrivati che ormai era già chiusa, ma è altamente consigliato!

Indirizzo: piazza Duomo, 21
Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00
Biglietto: intero 3€ | ridotto 2€


10. Porta Borsari


Raggiunto l'Adige, abbiamo fatto una passeggiata lungo il fiume in direzione Ponte Scaligero. Prima di arrivare a destinazione, abbiamo fatto una piccola deviazione per ammirare l'antica Porta Borsari. Si tratta di una porta romana risalente al I secolo d.C. che durante l'Impero consisteva nell'entrata della città. In origine si chiamava Porta Ioviaper la vicinanza a un tempio dedicato al dio Giove. Costruita su tre livelli, un tempo era un edificio con una corte centrale e doppi passaggi nelle facciate, di cui ora rimane solo quella esterna.

Indirizzo: Corso Cavour, 2


11. Castelvecchio e Ponte Scaligero

È il secondo edificio più importante della città. In origine si chiamava Castelli di San Martino in Arquato, ma venne ribattezzato Castello Vecchio dopo e un castello nuovo fu costruito su San Pietro. Cartelvecchio è una fortezza circondata da merlature che fu costruita tra il 1354 e il 1357 da Cangrande II della Scala. Fu restaurato agli inizi del 1900 e inaugurato museo nel 1923. Dopo i danneggiamenti della Seconda Guerra Mondiale fu nuovamente restaurato e oggi ospita il Museo Civico di Verona.

Il Ponte Scaligero si trova di fronte a Castelvecchio e si tratta di un ponte pedonale del XIV secolo con due arcate disuguali e i bordi merlati. In realtà il ponte attuale non è originale, in quanto esso è stato fatto esplodere dai tedeschi durante la guerra prima della loro ritirata. L'attuale ponte è stato costruito nel 1951 utilizzando le pietre e i mattoni originali recuperati dal fiume. 

Indirizzo: Corso Castelvecchio, 2
Orari: lunedì dalle 13.00 alle 19.30 | da martedì a domenica dalle 8.30 alle 19.30 (ultima entrata 18.45)
Biglietto: intero 6€ | ridotto anziani e studenti: 4,50€ | ridotto scuole e under 14: 1€


Il secondo giro è stato sicuramente un po' più interessante del primo. Questa volta ci siamo dedicati alla parte storica e artistica della città. Abbiamo visto Verona dall'alto tante volte e ce ne siamo innamorati più di prima. Rimpiango però il fatto che mi manchi ancora da visitare il Teatro Romano e la Basilica di San Zeno, ma sarà un'altra occasione per tornare in questa amata città.

You May Also Like

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.