Dove andare in autunno: i consigli di 5 viaggiatori

by - settembre 23, 2019


Buon primo giorno d'autunno!
Insieme alla primavera, è una stagione che consiglio particolarmente per qualche viaggetto, anche solo di pochi giorni, necessario per ricaricare le pile e partire per il nuovo anno al meglio!

Insieme ad altre quattro viaggiatrici, vi vogliamo consigliare le mete perfette per questo autunno 2019. Qual è quella che preferite?



Andalusia
_traveltherapy_ ci consiglia la magia del sud della Spagna


La mia destinazione per l'autunno è l'Andalusia! Che la si scelga per un tour completo o per un weekend in una delle sue splendide città, rimarrete sorpresi dai colori brillanti, dal clima mite e dalla cultura di questa regione della Spagna. L'opzione del tour è di certo la più completa e quella che vi farà vivere a 360 gradi la magia di questa regione. Cultura, cibo tipico, storia, architettura e anche un po' di spiaggia, non mancherà proprio nulla in un viaggio in cui potete includere Siviglia, Malaga, Cadice, Granada e Cordoba.


L'autunno è probabilmente il periodo migliore per visitare questa zona, visto il clima mite, che in estate sarebbe torrido, e i colori del foliage, che ben si abbinano con le coloratissime architetture andaluse. Da non perdere la Plaza de España (Siviglia), una passeggiata sulla spiaggia Malagueta (Malaga), un giro tra i mercatini artigiani specializzati nella lavorazione dell'argento a Cordoba, un tuffo nel passato arabo di questa regione con una visita all'Alhambra (Granada) e uno spettacolo di flamenco, rigorosamente eseguito da ballerini gitani, che hanno inserito questo ballo nella cultura andalusa.


Ultimo, ma non meno importante consiglio, assaggiate le specialità del posto, prima tra tutte la coda di toro (stufata per ore, molto simile al nostro spezzatino) e il samorejo (una zuppa fredda molto saporita), il tutto innaffiato con abbondante sangria, che non può mancare in un viaggio in Spagna, in qualunque stagione.



Roadtrip in Austria
Travellaert ci porta per la natura austriaca


Se c’è un tipo di viaggio che amiamo in modo particolare, parliamo sicuramente di quelli fatti in macchina. Ci piace il fatto di poter decidere quanto tempo dedicare ad ogni tappa, decidere di cambiare destinazione all’ultimo minuto e, soprattutto, scoprire posti nuovi durante il tragitto. L’ultimo che abbiamo fatto è stato probabilmente uno tra i nostri preferiti di sempre. Ed è per questo motivo che per questo autunno vorremmo consigliarvi un bel roadtrip in Austria. Se vi piacciono la montagna, i paesaggi incontaminati e i lunghi tragitti in auto, farà sicuramente al vostro caso. Non organizzate più di tanto l’itinerario, fatevi giusto un’idea generale di cosa vi piacerebbe vedere, poi lasciatevi trasportare da ciò che incontrerete lungo il percorso. Noi, infatti, non abbiamo prenotato neanche una struttura per la notte. Pensate sia rischioso? Assolutamente no, le strutture in Austria sono davvero tante e non avrete difficoltà a trovare posto dove alloggiare, anche economico, all’ultimo minuto. Così sarete liberi di stare in ogni posto tutto il tempo che vorrete. Queste sono le tappe che vi consigliamo di toccare, alcune già famose, altre un po’ meno:


Hallstatt
Hallstatt è un piccolo paesino di montagna che sorge sull’omonimo lago. In questi anni, soprattutto grazie ad internet, è diventato davvero molto popolare ed amato, soprattutto dai turisti cinesi. Pensate che hanno addirittura deciso di ricreare fedelmente l’intero villaggio in una zona rurale della Cina. Se non è amore questo.



Cascate di Krimml
Pur essendo le cascate più alte dell’Austria, non sono particolarmente affollate. Durante le visite estive è previsto anche un biglietto per entrare a visitare la zona, ma in autunno e in primavera, proprio a causa del basso flusso di turisti, potrete entrare gratuitamente visitare la zona in tranquillità.
Il castello di Aggstein
Il castello si trova a circa 300m sopra la valle del Wachau. Da lassù avrete una bellissima vista sul Danubio. In quelle zona producono un buonissimo succo di albicocche locali che vi consigliamo di provare. Pensate che la fioritura di questi alberi avviene per soli 15 giorni l’anno.


Vienna
Per ri-abituarvi a tornare “nella civiltà” vi consigliamo di concludere il vostro viaggio con Vienna. Capitale e metropoli, sì, ma con un sapore d’altri tempi. Ovviamente qui potrete trovare ciò che fa più al caso vostro: palazzi d’epoca, locali moderni oppure un luna park dove divertirvi. Sta a voi scegliere.


Istanbul
Selewanderlust ci porta tra i colori della Turchia


Istanbul è una città cosmopolita, ricca di storia, ma anche molto moderna. In estate le temperature in questa città si alzano parecchio, mentre in inverno talvolta scendono sotto lo zero e per qualche giorno nevica anche. Per questo motivo, l'autunno è la stagione perfetta per visitarla perché non fa né troppo freddo né troppo caldo e potrete godervela al massimo. Un altro motivo per cui Istanbul dovrebbe essere la meta del vostro prossimo get away autunnale è che questa città è ben collegata con i principali aeroporti italiani e il volo dura solo 3 ore. Ultimo motivo, ma non meno importante, la moneta turca è la lira e in questo periodo storico, il cambio euro-lira è davvero favorevole (1€=6TL). 


Come molti di voi sapranno, Istanbul è costruita su due continenti: l'Asia e l'Europa. La maggior parte dei luoghi di interesse si trovano in quest'ultima parte, in particolare nel quartiere Sultanahmet. Qui troviamo, innanzitutto, l'omonima moschea, meglio conosciuta come Moschea Blu per le piastrelle in ceramica delle sue pareti e della sua cupola. Sultanahmet è la moschea più importante della Turchia ed è l'unica al mondo ad avere 6 minareti, superata solo dalla Ka'ba di La Mecca che ne conta 7. L'ingresso alla Moschea Blu è gratuito ed è possibile visitarla tutti i giorni ad esclusione dei momenti di preghiera. Di fronte a Sultanahmet si trova l'Aya Sofia, nata come chiesa, poi utilizzata come moschea e ora come museo. La sua peculiarità deriva proprio da qui: al suo interno si trovano simboli sia del Cristianesimo che dell'Islam. A pochi metri da questi due colossi si trova la Basilica Cisterna, famosa per essere apparsa nel videogioco Assassin's Creed e nel film Inferno. Sempre in questo quartiere non potete perdervi il palazzo Topkapi, un tempo residenza del sultano e centro amministrativo dell'impero ottomano. Attraversate il ponte di Galata per arrivare nell'omonimo quartiere dove si trova la Torre di Galata. Il biglietto è un po' caro, ma la vista è spettacolare. Fate un giro di 360° sulla torre per vedere Istanbul dall'alto. Un po' più lontano dal centro, ma sempre sulla costa europea, non perdetevi il palazzo Dolmabahce, prima palazzo del sultano e poi residenza di Ataturk (padre dei turchi), fondatore della moderna Turchia. Last but not least, se rimanete ad Istanbul per pochi giorni, un'ottima idea è fare una crociera sul Bosforo che vi permetterà di avere in poco tempo un assaggio di questa immensa città.


Fuerteventura
Sarainwanderlust ci porta per le spiagge atlantiche

Se avete voglia di sole e caldo anche in autunno inoltrato, ma non volete fare ore di volo per raggiungere i Caraibi o altre mete lontane, c'è un piccolo tesoro custodito tra Europa ed Africa che sta proprio aspettando voi: le Isole Canarie. Politicamente Spagna, geograficamente e culturalmente Africa, un'oasi di pace e bellezze naturali da sogno. Ci concentreremo, però, su Fuerteventura, isola selvaggia e meravigliosa.


Una delle cose che racconto sempre quando parlo del mio viaggio a Fuerteventura, è il fatto che, in una settimana, non ho mai sentito suonare un clacson, mai visto una persona non sorridente. Sembra davvero il luogo dei sogni, anche per chi ci vive. Le persone del posto vivono secondo il mood africano dell'"hakuna matata", gli europei che vi si trasferiscono lo fanno per vivere la vita dei sogni, perciò sono ovviamente sempre di buon umore. È l'isola dell'eterna primavera: il caldo non è mai asfissiante grazie al perenne vento, il sole è sempre alto ed intenso. È bagnata dall'Oceano Atlantico, perciò l'acqua è un tantino fredda in ogni stagione, ma il bagno si può fare quasi sempre (fatta eccezione per il pieno inverno, in quel caso potreste farlo con la muta). Molti credono che il nome derivi da "Fuerte Ventura", per il vento forte, ma in realtà il nome le è stato dato dai francesi e deriva da "Fort Aventure", poiché pare che conquistarla fu molto complicato.


Se andate in questa favolosa isola vi consiglio di soggiornare nella cittadina di Corralejo, molto carina e piena di locali e negozietti (niente di folle, non preoccupatevi) e di affittare una macchina per poter esplorare l'isola. Cosa vedere, quindi? Innanzitutto il Parco de Las Dunas, proprio vicino a Corralejo, un enorme deserto di sabbia bianca che termina nell'oceano cristallino. Da non perdere anche il piccolo villaggio di El Cotillo, la casa museo di Unamuno e la casa dei Colonnelli nel villaggio La Oliva, l'area intorno al villaggio Vega del Rio Palma, che è la più verde di Fuerteventura. Dal villaggio si possono fare vari trekking. Non possono poi mancare le candide spiagge di Jandia, le Saline del Carmen, il borgo di Pozo Negro con le sue casette bianche e la spiaggia di sabbia nerissima, il villaggio di Betancuria, ed infine la Montagna Sacra di Tindaya, vi lascerà senza parole, un luogo senza tempo. Questo era solo un assaggio di tutte le meraviglie che quest'isola ha da offrire, io stessa non vedo l'ora di tornarci una seconda volta!


Berlino
La Viaggialettrice vi porta per la capitale tedesca


Sono stata a Berlino tre volte e ogni volta me ne innamoro un po' di più. Una città ricca di storia, anche importante, che è stata in grado di ripartire e ricostruirsi in poco tempo trasformandosi in una città futuristica e super giovanile.

I luoghi turistici sono ben raggiungibili anche a piedi dato che sono collegati dai viali principali, come la Unter den Linden e la Kunfusterdamm. I luoghi storici non mancano, come la Porta di Brandeburgo, la Basilica di Berlino, gli edifici del Parlamento e del Rathaus che richiamano il neoclassico. I musei sono tantissimi, raggruppati nella MuseeInsel, "L'Isola dei Musei" e sono uno più interessante dell'altro: dal museo egizio, al museo di storia, fino al museo d'arte.


A Berlino c'è sempre qualcosa da fare: come ho detto, è una città giovanile quindi ricca di cose da fare! Dai bar, agli eventi, a Berlino non ci si annoia mai. Poi è piena di vita grazie ai grandi parchi che ospitano sempre i ragazzi per qualche sport all'aperto, addirittura pedalò sulla Sprea, il fiume che passa per la città.

Tornerei a Berlino anche domani se possibile, perché non mi stancherei mai di vederla.

You May Also Like

4 commenti

  1. Ciao!! sono stata in tutti i posti che hai elencato a parte Instabul. Abbiamo gusti comuni! Mi hai fatto venir proprio voglia di fare la valigia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo, allora è l'occasione giusta per andare anche a Istanbul! Io sogno tanto di andarci :D

      Elimina
  2. Ho già avuto la fortuna di fare un viaggio in macchina alla scoperta dell'Austria, ed è stata un'esperienza fantastica! Le altre mete invece spero di visitarlo un giorno, in particolar modo Istanbul e Berlino 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo auguro! Berlino è stupenda e Istanbul non è da meno! Anche io sogno di andarci :D

      Elimina

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.