L'Afrique c'est chic: diario di viaggio di un medico euro-africano di Michelangelo Bartolo

by - giugno 06, 2019


L'Africa è un posto meraviglioso e ne sono convinta da quando, da bambina, guardavo e riguardavo il cartone animato "Il Re Leone" fino allo sfinimento. Forse è per quello che ne sono un po' affezionata, pur non essendoci ancora mai stata. La voglia di andare sia da turista sia da volontaria è sempre stata tanta, ma dopo questo diario di viaggio lo è ancora di più.

Michelangelo Bartolo è un medico romano che dal 2001 compie missioni nei Paesi africani per aprire centri clinici di cura e servizi di Telemedicina, oltre che essere il fondatore e segretario generale della Global Health Telemedicine Onlus.Essa nasce dall'esperienza del programma Dream della Comunità di Sant'Egidio per la cura dell' HIV. Offre un servizio di teleconsulto medico, open source, gratuito, multidisciplinare che si avvale di un pool di specialisti italiani che prestano gratuitamente la loro consulenza (GHT)

Attraverso internet creiamo una breccia nei muri, costruiamo ponti, superiamo le frontiere, produciamo cultura, facciamo formazione e, perché no, salviamo anche qualche vita. È un incontro tra civiltà differenti e culture differenti che ci fa intuire come il mondo, nonostante le tante divisioni, abbia un destino comune. Non ci si salva da soli e tanto meno alzando muri, barriere e divisioni.

Nel suo nuovo libro racconta le sue missioni in vari Paesi, dal Togo, al Centrafica, al Malawi, parlando delle sue esperienze, gli imprevisti, le soddisfazioni. Racconti che ti fanno riflettere, sorridere, emozionare, ma soprattutto ti fanno venire un'incredibile voglia di fare qualcosa anche tu. 

Anche se non si ha la possibilità di andare fisicamente, si può sempre fare qualcosa, sostenendo le associazioni come Global Health Telemedicine. Per questo vi invito caldamente a visitare il sito, sia per maggiori informazioni riguardo la loro missione, sia per dare un piccolo contributo che li aiuterà a fare grandi cose: Global Health Telemedicine.

Ringrazio tantissimo Infinito Edizioni, con la quale inauguro con questa recensione la nostra collaborazione. Grazie per avermi fatto scoprire una storia così emozionante e di ispirazione. 



L'Afrique c'est chic: Diario di viaggio di un medico euro-africano di Michelangelo Bartolo
Editore: Infinito Edizioni
Uscita: 20 Novembre 2018
Genere: Biografia
Pagine: 176
Prezzo: eBook 5,99€* | cartaceo 11,05€*

Diario di viaggio di un medico impegnato da anni in missioni umanitarie in Africa, L’Afrique c’est chic è scritto in prima persona da un protagonista ironico, a volte un po’ impacciato ma appassionato nel compiere il proprio lavoro. Malawi, Mozambico, Togo, Tanzania, Centrafrica e altri Paesi sono narrati in presa diretta anche attraverso le contraddizioni di alcune capitali africane che si muovono verso una veloce “occidentalizzazione” e spaccati di vita locale, come la storia di Isaac, bambino di strada in Togo, o l’incontro con Salimu, ragazzino in cura in un ambulatorio tanzaniano.
Le missioni, organizzate per tenere corsi di formazione a personale sanitario locale o per aprire nuovi centri di telemedicina, dipingono un nuovo modo di fare cooperazione che si sta sempre più diffondendo negli ultimi anni. È il raccontare come lo slogan “aiutiamoli a casa loro” viene realizzato in modo quasi naturale da molte realtà di cooperazione internazionale. Ne deriva un libro leggero, divertente, mai superficiale, che aiuta il lettore a guardare all’Africa e alla globalizzazione con occhi diversi: una chance, non qualcosa da cui difendersi.


Prodotto fornito da: Infinito Edizioni
* Sostieni La Viaggialettrice! Acquista il libro dal link riportato, io riceverò un piccolo compenso senza nessuna spesa da parte tua!

You May Also Like

2 commenti

  1. Non conoscevo questo libro, ma sembra molto bello e soprattutto molto interessante :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tratta un tema importante e lo racconta in maniera così semplice e coinvolgente che ti conquista. Te lo consiglio :)

      Elimina

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.