La balia di Nova Lee Maier


Rotterdam, Paesi Bassi. Dopo un parto difficile, Didi accoglie a casa l'infermiera di maternità Hennequin che la aiuterà con la bambina per i primi 10 giorni dopo il parto. Ma c'è qualcosa di strano che gira attorno a Hennequin e ad accorgersene è Miriam, cognata della donna e investigatore capo della polizia della città. Cosa nasconde Hennequin sotto quei biondi capelli e occhietti verdi?

Era da un po' che non leggevo un thriller di questa portata. Ci ho messo un po' a entrare nella storia, a comprendere bene i personaggi. Appena ho compiuto il passo è stato un susseguirsi di colpi di scena ed emozioni che non mi hanno fatto togliere gli occhi di dosso dal libro. Appoggiarlo era diventato davvero difficile.

Nova Lee Maier si è dimostrata maestra del genere, con la sua scrittura calma, semplice, efficace al punto giusto. La narrazione è in terza persona i punti di vista di Hennequin, Didi e Miriam, aiutandoti a comprendere la storia dalle diverse parti dei personaggi. Miriam scava nel passato dell'oscura Hennequin scoprendo misteri che fanno accapponare la pelle. Ho terminato il libro con la pelle d'oca e lo sconcerto da "no, non può finire così". Interessante è stato il lato psicologico di questa storia.

Inutile negare che certe azioni del passato condizionano tantissimo il nostro presente e Hennequin fa comprendere bene questo concetto. La scelta sbagliata può essere fatale, specialmente se bambini, specialmente se bambini fragili. Anche la solitudine è malvagia, se non la si sa gestire. Porta a fare scelte e seguire percorsi pericolosi. Amo questo genere e amo quando l'ansia e la suspance ti entrano nelle ossa e la Maier ci è riuscita alla perfezione. Preparatevi già, perché non sarà una passeggiata arrivare fino alla fine. La tensione descritta dall'autrice diventa quasi palpabile, vi sembrerà di essere in mezzo ai protagonisti e partecipare alle vicende con il cuore alla gola.

Sono rimasta molto colpita dalla trama di questo romanzo e ringrazio Raffaella Leggereditore per avermi permesso di partecipare a questo review party, perché molto probabilmente avrei potuto addocchiare questo libro chissà quando e sarebbe stato davvero un peccato. Assolutamente consigliato!




* Acquista il libro tramite questo link, io riceverò un piccolo compenso SENZA nessuna spesa da parte tua


La balia di Nova Lee Maier

Editore: Leggereditore
Traduttrice: Chiara Bringhetti
Uscita: 03 Aprile 2019 
Ambientazione: Paesi Bassi
Genere: Thriller 
Pagine: 272 

Costretta a letto in seguito al difficile parto della sua prima figlia, Didi accoglie con gioia l’assistenza di Hennequin, l’infermiera di maternità che aiuta la famiglia nei dieci giorni successivi alla nascita. La convalescenza lunga e dolorosa rende Didi sempre più dipendente dalle attenzioni della donna. Ma le intenzioni di quest’ultima non sono quelle che sembrano: Hennequin nasconde un terribile segreto che affonda le radici in un lontano passato, e adesso è decisa a chiudere il cerchio. Una persona, però, sembra intuire il suo mistero: è Miriam, sua cognata e giovane poliziotta di Rotterdam che, con l’aiuto di un detective americano, porta alla luce dettagli inimmaginabili sul suo conto. Miriam sospetta che la donna sia in realtà una pericolosa psicopatica e comincia a pedinarla. Quando scopre che lavora a casa di Didi, capisce che Hennequin sta nascondendo un piano diabolico… Riuscirà la tenace e instancabile poliziotta a comprendere e ostacolare le inquietanti intenzioni di Hannequin? Fragilità, forza di volontà e sete di vendetta si fondono in un intenso romanzo psicologico ricco di tensione e colpi di scena.


Prodotto fornito da Fanucci Editore

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.