L'Educazione di Tara Westover

by - febbraio 11, 2019

painting and drawing tools set

Ci ho messo un po' a carburare questa storia, ricca ti così tante cose che mi ha veramente sconvolto dentro. Un bel messaggio, una grande testimonianza di quanto l'educazione possa cambiare la vita di una persona.

Tara è l'ultima figlia di una famiglia numerosa che vive isolata in montagna. Di religione mormona e fortemente credenti, rifiutano qualsiasi tipo di servizio che provenga dallo Stato, dall'istruzione al sanitario: credono nell'omeopatia e nell'istruzione domestica. Tara è cresciuta con le idee del padre in testa: la Fine del Mondo è vicina e bisogna prepararsi. Ma poi Tara entra in contatto con qualcosa che la sconvolge nel profondo: l'educazione.

Una biografia profonda dell'autrice, che racconta le sue vicende da quando è bambina fino alla sua vita attuale. Un'infanzia difficile in balia dei cambi d'umore del padre; la madre che alterna momenti di autorità a sottomissione al marito. Fratelli che se ne vanno o tornano; alternanza tra amore fraterno e violenza fisica e psicologica.

Tara cresce in un ambiente limitante, con idee estremamente patriarcali con nessuna intenzione di far entrare la cultura dentro quella casa. Non ha mai pensato che le idee di suo padre potessero essere contestate e, soprattutto, non ha mai pensato che avrebbe potuto avere una sua idea propria.
Tutti i miei sforzi, tutti i miei anni di studio mi erano serviti ad avere quest’unico privilegio: poter vedere e sperimentare più verità di quelle che mi dava mio padre, e usare queste verità per imparare a pensare con la mia testa.
Con la scelta di andare al College Tara fa un enorme passo in avanti verso la sua indipendenza. Scopre la storia, la psicologia. Riempie le sue enormi lacune e mette i pezzi del puzzle tutto attorno. Cresce mentalmente, inizia ad andare oltre alle idee estremiste del padre col quale ha sempre avuto a che fare. Ma se vuole continuare la sua istruzione ha un enorme prezzo da pagare.

Consiglio questo libro perché ci permette di analizzare un concetto che noi diamo sempre per scontato: l'educazione. La nostra società ci ha abituati a questa routine della vita: materna, scuola, università. Per noi è una cosa normale, tanto che siamo anche svogliati, non ne abbiamo voglia, "non ho voglia di studiare".

Ci sono persone nel mondo che non hanno l'opportunità di usufruire di questo servizio così banale. E non parlo solo di quei bambini in Africa ai quali è sempre facile pensare. Sono davvero tanti i ragazzi che non sono mai entrati in un'aula scolastica, non sanno cosa sia la grammatica o la matematica, non riescono nemmeno ad immaginare cosa ci possa essere al di fuori del proprio paesino. E la maggior parte di coloro che risentono di queste limitazioni sono le bambine.

L'educazione ti permette di vivere in modo migliore, ti aiuta a comprendere il mondo e ad affrontarlo, ti permette di crescere e di avere tue opinioni, e non c'è niente di più importante del nostro pensiero. L'educazione allarga la mente, ti permette di andare oltre i confini e ti rende più saggio. Non c'è metodo migliore per sconfiggere il grande mostro dell'ignoranza.
Potete chiamare questa presa di coscienza in molti modi. Chiamatela trasformazione. Metamorfosi. Slealtà. Tradimento. Io la chiamo un'educazione.
 

L'educazione di Tara Westover

40495651Editore: Feltrinelli Editore
Traduttore: Silvia Rota Sperti
Uscita: 31 Maggio 2018
Ambientazione: Idaho, Stati Uniti
Genere: Autobiografia, nonfiction
Pagine: 378
Prezzo: Copertina flessibile 15,80€* | Ebook 9,99€*

 Tara, la sorella Audrey e i fratelli Luke e Richard sono nati in una singolare famiglia mormona delle montagne dell'Idaho. Non sono stati registrati all'anagrafe, non sono mai andati a scuola, non sono mai stati visitati da un dottore. Sono cresciuti senza libri, senza sapere cosa succede nel mondo o cosa sia il passato. Fin da piccolissimi hanno aiutato i genitori nei loro lavori: in estate stufare le erbe per la madre ostetrica e guaritrice, in inverno lavorare nella discarica del padre, per recuperare metalli. Fino a diciassette anni Tara non aveva idea di cosa fosse l'Olocausto o l'attacco alle Torri gemelle. Con la sua famiglia si preparava alla sicura fine del mondo, accumulando lattine di pesche sciroppate e dormendo con uno zaino d'emergenza sempre a portata di mano. Il clima in casa era spesso pesante. Il padre è un uomo dostoevskiano, carismatico quanto folle e incosciente, fino a diventare pericoloso. Il fratello maggiore Shawn è chiaramente disturbato e diventa violento con le sorelle. La madre cerca di difenderle, ma rimane fedele alle sue credenze e alla sottomissione femminile prescritta. Poi Tara fa una scoperta: l'educazione. La possibilità di emanciparsi, di vivere una vita diversa, di diventare una persona diversa. Una rivelazione. Il racconto di una lotta per l'autoinvenzione. Una storia di feroci legami famigliari e del dolore nel reciderli.
 
* Cliccando sul link o su Acquista ora entrerai nel sito di acquisto Amazon e, comprando il libro da questo link, io riceverò un piccolo contributo senza nessuna spesa da parte

You May Also Like

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.