Reggia di Versailles: come e quando organizzare la tua visita

by - gennaio 12, 2019


Da quando ho studiato in storia la monarchia francese, ho sognato di visitare la lussuosissima Reggia di Versailles, a pochi chilometri da Parigi. Durante il mio soggiorno nella capitale francese, non mi sono fatta scappare la gita fuori porta per visitare questo meraviglioso palazzo. Peccato che fosse pieno inverno, quindi ha reso molto poco l'idea del meraviglioso e regale che tanto emana l'edificio.
Per questo, approfittando delle mie sventure, vi consiglio quando e come organizzare la visita alla Reggia!


La Reggia di Versailles

Originariamente, si trattava di un castello utilizzato dal re Luigi VIII per la caccia. Fu grazie a Luigi XIV che fu enormemente ampliato per diventare la Reggia che possiamo ammirare oggi. Il Re Sole intendeva trasformare il castello nel simbolo della potenza della sua corte e ci è riuscito alla grande. Nel 1682 trasferì a palazzo la sede del governo francese, dove vi restò fino alla Rivoluzione Francese.


Cosa vedere alla Reggia di Versailles

Tenete conto che per vedere tutto vi occorre una giornata intera.

Il Palazzo
Al piano terra potete partire visitando gli appartamenti delle principesse, figlie di Luigi XV, per poi proseguire con le enormi e maestose stanze del Palazzo Reale, ambienti frequentati da Luigi XVI e i membri della Famiglia Reale. La stanza che più attira i turisti (e come dargli torno) è sicuramente la Galleria degli Specchi. La stanza, la quale mostrava tutto lo splendore del palazzo, era utilizzata in origine solo come luogo di passaggio, ma presto divenne sfondo di cerimonie e incontri diplomatici, fino anche a feste di nozze.


I Giardini
Infinitamente enormi. Già affacciandovi alle finestre della Galleria degli Specchi potrete notare le loro grandi dimensioni. Erano il punto forte del palazzo e lo sono tutt'ora, con le loro fontane, aiuole, giochi d'acqua, canali e sculture eleganti.

Il Grande e Piccolo Triatlon
Il Grande Triatlon era la depandance del palazzo che il Re Sole fece costruire per sfuggire alla vita di corte. Una parte dell'edificio è usata tutt'ora come residenza del Presidente della Repubblica Francese.
Il Piccolo Triatlon, invece, era il luogo preferito di Maria Antonietta, nel quale passava il suo tempo rilassandosi, lontana dagli obblighi di corte.


Come raggiungere la Reggia di Versailles

La Reggia si trova a pochi chilometri da Parigi, precisamente a Place d'Armes - 78000 Versailles. Quindi bisogna prendere un mezzo di trasporto per raggiungerla.

In macchina
Prendete l'autostrada A13 e uscite a Versailles Chateau. I parcheggi si trovano anche in prossimità della reggia, ma ricordate che sono a pagamento.

In treno
La scelta più consigliata. Avete due alternative:
- SNCF, da Paris Montparnasse fino a Versailles Chantiers oppure da Paris Saint Lazare fino a Versailles Rive Droite
- Linea C RER, da Parigi fino a Gare de Versailles Rive Gauche

La seconda opzione è consigliata perché la si può prendere da diverse fermate nel centro di Parigi (come Champs de Mars, Porte Maillot) e il capolinea è a pochi passi dall'entrata della Reggia!



Quando andare alla Reggia di Versailles

Il Palazzo è aperto tutti i giorni, escluso il lunedì. Da aprile a ottobre dalle 9.00 alle 18.30; da novembre a marzo dalle 9.00 alle 18.00

I Giardini sono aperti tutti i giorni. Da aprile a ottobre dalle 8.00 alle 18.30; da novembre a marzo dalle 8.00 alle 18.00

Il Piccolo e Grande Triatlon sono aperti tutti i giorni, escluso il lunedì. Da aprile a ottobre dalle 12.00 alle 18.30; da novembre a marzo dalle 12.00 alle 17.30

Lo Show delle Fontane Musicali, uno spettacolo delle fontane che si tiene tutti i sabati e le domenice dal 26 marzo al 30 ottobre; da fine maggio a fine giugno anche ogni martedì. I giardini musicali sono aperti da fine marzo a metà maggio, poi da inizio luglio fino a fine ottobre.

Per mia esperienza personale, vi consiglio vivamente di andare a visitare Versailles in primavera o in estate. I Palazzi sono belli tutto l'anno, ma il giardino ha il massimo del suo splendore in queste due stagioni. Io sono andata in inverso e non rendono giustizia. Mi sono ripromessa di tornare in primavera per vederli in tutta la loro magnificenza.


Biglietti

Mettetevi già il cuore in pace: per entrare a Versailles bisogna fare la fila. I biglietti si possono acquistare anche sul posto e, dopo la coda alla biglietteria, vi aspetterà la coda per i controlli di sicurezza, dove si aggiungerà anche la gente che già possiede il biglietto. I controlli di sicurezza sono inevitabili.

Altro consiglio di base personale: evitate di andare di domenica e in giorni festivi. La peggior scelta che potessimo fare! Ci siamo sorbiti tre ore piene di fila, nonostante avessimo già i biglietti! Quindi, comprate il ticket online.

Dove potete comprare i biglietti:
Esistono diverse tipologie di biglietti, in base alle vostre esigenze e preferenze. Alcuni includono l'audio guida, altri no, dipende da che tipo di visita volete fare voi.

- Sul sito ufficiale potete acquistare un biglietto normale, che consente di saltare la coda in biglietteria, ma non ai controlli di sicurezza.
- Paris Museum Pass, la card che ti permette l'accesso ai musei per alcuni giorni che, in genere, fa saltare anche le code all'ingresso... ma non alla Reggia di Versailles. Quindi anche in questo caso dovrete sorbirvi l'attesa per entrare.
- Tour Guide: esistono numerosi pacchetti che consentono la visita alla Reggia, anche in italiano. I migliori, che abbiamo scelto anche noi, sono quelli di Get Your Guide. Vi offrono varie tipologie di visite, che potete scegliere in base al tipo di visita che volete fare

Noi abbiamo scelto il pacchetto Reggia di Versailles e Giardini: ingresso con audioguida, ci ha permesso di saltare la coda ai biglietti, ma non quella dei controlli. Con un prezzo un po' più elevato, trovate anche pacchetti prioritari che fanno saltare le code. Noi non ci aspettavamo 3 ore di attesa, a saperlo avremmo optato per la priorità, quindi ve la consiglio!

You May Also Like

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.