Se mi guardo da fuori di Teresa Righetti

by - ottobre 15, 2018


Ho letto questo libro su invito della casa editrice, convincendomi poi dopo aver letto la trama. La storia parla di Serena, una venticinquenne milanese che viene assunta come cameriera al Chiosco dopo aver espresso l'intenzione di guadagnare qualcosa fino alla fine dell'estate. Prossima alla laurea e al trasloco nella Casa, il vecchio appartamento del nonno nel quale ha deciso di trasferirsi, vivrà nel periodo di lavoro esperienze che aiuteranno la sua formazione personale.


Il libro mi ha colpito principalmente perché stratta di un tema estremamente comune a tutti quanti: la scelta del futuro. Sarebbe bello avere le idee chiarissime e seguire la strada verso quello che vorremmo fare ed essere nella vita, senza rimpianti e sempre decisi verso la meta. A qualcuno capiterà anche, ma la maggior parte dei giovani camminerà a tentoni, procederà senza meta, vivendo esperienze mentre cerca la propria strada. Così anche Serena, ancora non ha trovato il suo posto nel mondo.

Probabilmente anche dovuto al fatto che Serena si sente fuori posto ovunque si trovi. Estranea, fuori luogo, nella classica posizioni in cui si osservano tutti, le loro vite, le loro scelte, nell'angolo più nascosto, dove gli altri non possono vedere lei. Ed è così che inizia il suo lavoro al Chiosco. Sempre osservata da Valerio e Vivi, sempre col dubbio di non fare bene, di non capire come funzionano le cose nel bar milanese, facendo figuracce con i clienti abituali che la guardano male solo perché non li ha "riconosciuti".

Ma è al Chiosco che Serena farà alcune conoscenze, fondamentali nel percorso della ricerca di se stessa. Leo, un ragazzo particolare, con il quale inizia una relazione importante, capace di farle capire tante cose della sua vita, a dare ordine alle sue incertezze, ad affrontare il grande mostro che vive in lei e che la divora ogni giorno.

La storia raccontata da Teresa è la storia che vivono la maggior parte dei giovani, ragazzi che cercano se stessi e che cercano di sopravvivere a quell'inquietudine che ci circonda. Una storia molto simile alla mia, una storia di ricerca del proprio posto nel mondo, quel posto che ogni ragazzo vorrebbe trovare per far tacere i mostri dentro di noi. Un buon romanzo che consiglio a tutti, perché (come già dico sopra) è una fase che affrontiamo tutti e con la quale dobbiamo fare i conti.

La narrazione è vista dagli occhi di Serena, la quale ci rende partecipe di tutti i suoi pensieri, anche quelli più oscuri. Una cosa che ho fatto fatica a digerire è il modo in cui è stato scritto il testo: i discorsi diretti non sono ben delineati, non si capisce molto bene lo stacco tra pensiero e vero e proprio enunciato. Questo mi ha molto destabilizzato e spesso sono dovuta tornare indietro a rileggere la parte. Ma in generale è scritto molto bene, adatto alla situazione con una scelta lessicale adeguata alla situazione della ragazza insicura e inquieta come quella di Serena.

Io sono esattamente dove sono ma ho l' impressione di non essere dove dovrei.


Se mi guardo da fuori di Teresa Righetti
Editore: DeA Planeta
Uscita: 04 Settembre 2018
Genere: Narrativa
Pagine: 220
Prezzo: ebook 7.99€* | cartaceo 12,70€*

A Serena non manca niente per essere felice: ha venticinque anni, una laurea in arrivo, una famiglia che le vuole bene, una casa che era del nonno paterno e dove presto potrà abitare. Nella sua vita tutto può succedere, e invece non succede. Forse perché non sa ancora cosa vuole, qual è il sogno da inseguire, che tipo di donna essere. O forse perché si sente ovunque fuori luogo e inappropriata. E così, mentre resta in questo limbo e aspetta l'illuminazione, lavora come cameriera al Chiosco, dove ogni sera si radunano tutte le categorie umane di Milano, che bevono e ridono e si divertono come se non facessero altro da sempre. Ma in mezzo a loro, la paura di essere invisibile, o semplicemente "poco interessante", diventa ancora più grande. Fino a quando l'incontro con Leo, un cliente del Chiosco, le porterà una dura conferma - a volte è dietro i sorrisi che si nasconde il dolore - e al tempo stesso la consapevolezza che non serve guardare lontano per trovare persone disposte a prenderci come siamo, anche quando non siamo ancora niente. E così Serena smetterà di osservare, e inizierà a scegliere.



Libro fornito da DeA Planeta Libri.
* Sostieni Storie di Beb! Acquista il libro cliccando sul link e io riceverò un piccolo compenso senza nessuna spesa da parte tua!

You May Also Like

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.