La saga della Biblioteca dei Morti di Glenn Cooper

by - aprile 08, 2018


Ho iniziato questa saga con il pensiero che non fosse il mio genere, ma il primo volume mi è stato regalato, perciò l'ho iniziato. In poco tempo mi sono appassionata alla storia, ero sempre più curiosa di sapere come finisse, di scoprire il segreto. Terminato il primo in poco tempo, mi sono fiondata a comprare il secondo, che ho altrettanto divorato. Dopo qualche anno ho scoperto anche del terzo, e così ho concluso questa meravigliosa saga.

La storia ha come protagonista Will Piper, un agente dell' FBI abile nel rimorchiare tutte le ragazze che vuole, dopo il divorzio dalla moglie. Improvvisamente, a New York cominciano a succedere cose strane: alcune persone ricevono delle cartoline particolari, con una data e il disegno di una data; accade poi che proprio in quella data i destinatari muoiono. Il caso viene affidato a Piper, ma è un caso estremamente difficile e particolare. Le vittime non sono collegate da loro e ogni morte è a sé, non ci sono tracce affini e non vengono trovati indizi che possano prevedere la mossa dell'assassino.
A Piper viene assegnata un'assistente, Nancy, un'agente fresca fresca scettica a lavorare con lui ma disposta a tutto per fare carriera. Si concentra immediatamente sul caso per risolverlo il più velocemente possibile e ricevere il meritato riconoscimento, ma le cose si complicano quando a intervenire nelle indagini si intromette la famosa Area 51. Esattamente, avete letto bene. Il famoso centro americano si dedica davvero alla ricerca degli alieni? O custodisce un segreto più grande?
E' proprio quel segreto che Piper scoprirà e che metterà la sua vita in pericolo e, in futuro, la sua nuova famiglia.

Una vicenda ricca di colpi di scena, una storia che non vi immaginerete nemmeno. Appassionante, scorrevole, la voglia di arrivare alla fine e scoprire la verità è così forte che tiene incollati alle pagine.
In tre volumi Cooper non è riuscito ad annoiare, anche quando la storia ha preso una piega estremamente fantastica nel terzo capitolo. Ho amato il suo modo di scrivere, non pesante, giusto nelle descrizioni, ti rende partecipe della situazione. Sei in grado di immaginarti l'ambiente, di sentirti parte di esso, e di percepire le emozioni dei personaggi: dalle gioie, alle paure, ai sensi di colpi.
Il personaggio di Piper all'inizio potrà sembrare antipatico e senza valori, ma alla fine vi ci affezionerete, come è successo a me.


La Biblioteca dei Morti di Glenn Cooper

Titolo: La Biblioteca dei Morti
Editore: Nord
Uscita: 2009
Pagine: 439

Questo romanzo comincia nel dicembre 782 in un’abbazia sull’isola di Vectis (Inghilterra), quando il piccolo Octavus, accolto dai monaci per pietà, prende una pergamena e inizia a scrivere un’interminabile serie di nomi affiancati da numeri. Un elenco enigmatico e inquietante. Questo romanzo comincia il 12 febbraio 1947, a Londra, quando Winston Churchill prende una decisione che peserà sulla sua coscienza sino alla fine dei suoi giorni. Una decisione atroce ma necessaria. Questo romanzo comincia il 10 luglio 1947, a Washington, quando Harry Truman, il presidente della prima bomba atomica, scopre un segreto che, se divulgato, scatenerebbe il panico nel mondo intero. Un segreto lontano e vicinissimo. Questo romanzo comincia il 21 maggio 2009, a New York, quando il giovane banchiere David Swisher riceve una cartolina su cui ci sono una bara e la data di quel giorno. Poco dopo, muore. E la stessa cosa succede ad altre cinque persone. Un destino crudele e imprevedibile. Questo romanzo è cominciato e forse tutti noi ci siamo dentro, anche se non lo sappiamo. Perché non esiste nulla di casuale. Perché la nostra strada è segnata. Perché il destino è scritto. Nella Biblioteca dei Morti.



Titolo: Il Libro delle Anime
Editore: Nord
Uscita: 2010
Pagine: 421

È un semplice libro antico, ma custodisce un segreto. Un segreto che è stato scritto col sangue nel 1297 da innumerevoli scrivani coi capelli rossi e con gli occhi verdi, forse toccati dalla grazia divina, forse messaggeri del diavolo. Che è riapparso nel 1334, in una lettera vergata da un abate ormai troppo anziano per sopportare il peso di quel mistero. Che, nel corso del XVI secolo, ha illuminato la strada di un teologo, i sogni di un visionario e le parole di un genio. È un semplice libro antico, ma sta per scatenare l'inferno. Perché quel libro dovrebbe trovarsi nella Biblioteca dei Morti, la sconfinata raccolta di volumi in cui è riportata la data di nascita e di morte di tutti gli uomini vissuti dall'VIII secolo in poi. E, dopo essere rimasto sepolto sotto la polvere della Storia per oltre settecento anni, adesso è riemerso ed è diventato un'ossessione per Will Piper, deciso a cancellare il dolore che la Biblioteca ha portato nella sua vita; per Henry Spence, che ha dedicato la sua esistenza alla soluzione dell'enigma e che ormai ha i giorni contati; per Malcolm Frazier, il capo della sicurezza della Biblioteca, determinato a uccidere pur d'impedire al mondo di conoscere la verità. Un'ossessione che inevitabilmente porta altro dolore, altri enigmi, altro sangue.



Titolo: I Custodi della Biblioteca
Editore: Nord
Uscita: 2012
Pagine:396

Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio… Il silenzio in cui si sono suicidati gli scrivani di Vectis. Dopo aver compilato la sterminata Biblioteca che riporta il giorno di nascita e di morte di ogni uomo vissuto dall’VIII secolo in poi, la loro eredità è una data: il 9 febbraio 2027. Ma la giovane Clarissa non sa nulla di tutto ciò. Il suo unico pensiero è fuggire. Fuggire da quell'abbazia maledetta, per mettere in salvo il dono più prezioso che Dio le abbia mai concesso. Il futuro dell’umanità è un mistero nascosto tra le pagine di un libro… Il libro in cui è indicato il giorno del giudizio. Mentre il mondo s’interroga su cosa accadrà davvero il 9 febbraio 2027, alcune persone ricevono una cartolina sulla quale ci sono il disegno di una bara e una data: il giorno della loro morte. Proprio come all'inizio della straordinaria serie di eventi che avevano portato alla scoperta della Biblioteca dei Morti. C’è soltanto una differenza: tutte le «vittime» sono di origine cinese. È una provocazione? Un avvertimento? L’ultima verità non è mai stata trovata... Will Piper ha trovato la pace: sa che vivrà oltre il 9 febbraio 2027, e ha deciso di lasciarsi alle spalle l’enigma della Biblioteca di Vectis e la sua secolare scia di sangue. Almeno finché suo figlio non parte all’improvviso per l’Inghilterra e poi sparisce nel nulla. D’un tratto, per Will, ogni cosa torna a ruotare intorno all’origine della Biblioteca dei Morti. Lì dove tutto è cominciato. E dove tutto finirà.



Glenn Cooper è nato l'8 gennaio 1953 a White Plains, un piccolo centro della periferia di New York. Si è laureato in Archeologia a Harvard nel 1974 e ha conseguito con il dottorato in Medicina nel 1978. E' stato presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts ma ha lavorato a lungo come sceneggiatore e produttore cinematografico.

La Biblioteca dei Morti è il suo primo romanzo; a seguire Il Libro delle Anime, La mappa del destino, Il marchio del diavolo, L'ultimo giorno, I Custodi dela Biblioteca e Il Calice della Vita. Questo novembre 2016 è uscito il suo nuovo romanzo, Il segno della croce.

You May Also Like

0 commenti

Quando commenti su Blogger, affidi a Google le tue informazioni.
Per saperne di più consulta il sito sulle Norme di privacy di Google. Qui trovi il sito aggiornato.